Mobile security: come proteggere smartphone e tablet

Visto che abbiamo accertato che quando si parla di Mobile Security non esiste nessun OS sicuro al 100%, come puoi proteggere smartphone e tablet da attacchi hacker? Con il giusto mindset, ovvero con un corretto approccio al tema della mobile security. Vediamo cosa significa questo in pratica.

La sicurezza di smartphone tablet per tanti anni é stata una preoccupazione di nicchia. I sistemi di protezione più avanzati erano ad esclusivo appannaggio di poche categorie di utenti. I device realmente a rischio appartenevano soltanto a militari, politici, manager di alto livello e pochi altri professionisti. Un’intrusione era complessa da portare a termine quindi richiedeva risorse considerevoli giustificate solo da informazioni sensibili dal valore molto elevato.

Oggi invece la situazione é diversa smartphone e tablet sono la norma praticamente per qualsiasi categoria di utenti, a prescindere dalla professione e dall’età. Tutti abbiamo sempre con noi una fotocamera, un microfono, dati di conti correnti e carte di credito insieme ad interi album fotografici, spesso privati. Il device che integra tutte queste funzionalità per di più é costantemente (o quasi) online con connettivitá in rete 3G/4G o WiFi che permettono lo scambio di dati ad altissime velocitá.

La tecnologia é cambiata ma spesso purtroppo le abitudini rimangono quelle di sempre, e sono proprio le abitudini a fare la differenza tra un dispositivo sicuro e uno vulnerabile. Con questa checklist puoi facilmente imparare a proteggere smartphone e tablet .

  • SBLOCCO – Una misura di sicurezza per sbloccare il dispositivo é la prima barriera di protezione. Non utilizzare mai un codice numerico banale, un controllo biometrico avanzato diventa inutile se il codice di sblocco é il classico 1234 o la tua data di nascita.
  • APPLICAZIONI – Accertati sempre della provenienza di qualsiasi app che installi e disattiva lísntallazione di app da origini sconosciute. Non scaricare mai le applicazioni dal web ma solo dagli store ufficiali (Play Store per Android e AppStore per iOS). Anche quando navighi sugli store ufficiali presta attenzione allo sviluppatore dell’app, per non avere soprese affidati ai più noti e più votati.
  • FILE – Qualsiasi cosa scarichi é un potenziale vettore in grado di introdurre una vulnerabilità. Per proteggere smartphone e tablet é indispensabile ridurre al minimo i file scaricati e verificarne sempre la fonte. Allegati anomali, link che rimandano ad un file sconosciuto, messaggi con file in allegato possono compromettere la tua privacy.
  • CRITTOGRAFIA – I dispositivi più avanzati oggi permettono di blindare i dati presenti su smartphone e tablet con un sistema di crittografia. Se hai uno di questi dispositivi attiva subito la funzionalità, anche in caso di smarrimento i dati saranno decifrabili solo per chi é a conoscenza del codice segreto di accesso.
  • DATI MULTIMEDIALI – Smartphone e tablet non sono il posto giusto per conservare i tuoi archivi fotografici privati. Utilizza chiavette o HD non connessi per il massimo dalla privacy. Ricorda inoltre che anche immagini all’apparenza banali possono rivelare molto di te e delle tue abitudini.
  • DATI TESTUALI – Cosa contengono le tue note? Sono il posto meno sicuro per appuntare password, numeri e codici relativi a carte di credito o altri dati simili. Considerali come denaro contante e se proprio non riesci ad impararli a memoria usa un’app per la gestione delle password con funzione di crittografia integrata.
  • ANTIVIRUS – E’ solo un palliativo ma si rivela utile in molti casi, particolarmente nel caso di utenti senza molta esperienza nella mobile security. Identifica le minacce più note prima ancora che possano compromettere la sicurezza del dispositivo.
  • PUBLIC HOTSPOTS – Uno dei posti migliori per prendere il controllo di device mobili vulnerabili sono gli Hotspot pubblici, una connessione gratuita é in grado di attirare molti utenti. Quando ti colleghi ad uno di questi Hotspot assicurati di instaurare una VPN ( l’app Freedome di FSecure funziona benissimo ) e visita solo siti con certificato SSL (https) per assicurarti che tutti i dati non viaggeranno in chiaro.

 

Se hai bisogno di una mano per proteggere smartphone e tablet a livello enterprise ti ricordo che Globsit é un partner certificato F-Secure e ti fornirá delle soluzioni davvero efficaci per tutte qualsiasi esigenza di mobile security, server security e workstation security.