Sicurezza dei dispositivi mobili: non é una questione di OS

L’immagine sotto é il risultato di un’analisi targata Skycure relativa alla sicurezza dei dispositivi mobili. In particolare questa infografica riguarda la sicurezza del sistema iOS di Apple.

i_OS_ha_molti_pi_malware_rispetto_ad_Android_2
Uno degli errori più comuni che mi capita di ascoltare quando si parla di sicurezza é quello di associare un dato sistema operativo al concetto di sicurezza assoluta. In realtà un sistema sicuro non é stato ancora sviluppato. Che si tratti di iOS o Android c’é poca differenza, un attacker esperto intenzionato a superare le barriere di sicurezza ha altissime possibilità di riuscita, a patto di avere a disposizione il tempo e le risorse giuste.

In parte é vero che i controlli di sicurezza sui dispositivi mobili mobili Android sono più scarsi e che esiste una schiera più nutrita di malware “preconfezionati” adatti a questa piattaforma. Questo peró non significa che il sistema operativo mobile made by Apple é immune da qualsiasi #hack.

Il jailbreak rappresenta un grosso rischio per la sicurezza tanto quanto il root (la controparte del mondo Android). Le app sono un vettore d’infezione comunissimo, e diverse analisi hanno rilevato app nocive in grado di violare la privacy dell’utente anche su AppStore di Apple.

Certificati compromessi vengono invece utilizzati per installare profili e/o applicazioni malevole che possono utilizzare microfono e camere per spiare l’utente o anche recuperare immagini e dati sensibili inviandoli a server remoti. Campagne di phishing ben congeniate continuano a mietere un numero considerevole di vittime.

Con il device in mano il lavoro dell’hacker diventa decisamente più semplice, XCode e altri strumenti per gli sviluppatori possono essere usati per sfruttare vulnerabilità note e prendere il controllo del dispositivo. Anche installare un profilo

Allora come come difendere la sicurezza dei tuoi dispositivi mobile?
Per questo c’é un’articolo dedicato, leggilo!